Pianificazione

 

Qui cercherò di spiegare l'utilità di un software di progettazione. In alcuni casi però, non è consigliato l'utilizzo di questi software in quanto inutili. Per plastici temporanei "solo per far girare i treni" o per i plastici prefabbricati (con i quali vengono fornite anche le liste dei binari necessari) sarebbe solo uno spreco di soldi. Un software di progettazione ci porterà da un asse vuoto ad un circuito funzionante.
 
Prima di iniziare a mettere le mani su attrezzi e componenti vari, se si vuole costruire qualcosa di duraturo e funzionale, occorre soffermarsi alla progettazione. Anni fa si utilizzavano dime speciali, oppure si acquistavano pezzi a casaccio, in modo da costruire tracciati temporanei sempre più complessi, per poi utilizzarli come modelli. Oggi abbiamo la fortuna di trovare sul mercato software per la progettazione di tutti i tipi e di tutti i prezzi. Wintrack, Raily o AnyRail: forse i più famosi. Il mio preferito è quest'ultimo.
 
 
Occorre tener presente che pur essendo molto fedele, quasi perfetto, un progetto presenterà quasi sicuramente delle imperfezioni. All'acquisto del materiale è suggerito sempre prevedere binari in eccedenza (io pianifico sempre il 10% in più). La delicatezza dei componenti, l'usura oppure una semplice inesattezza del progetto possono rendere preziosi questi componenti extra.
 
 
AnyRail contiene moltissime tipologie di binari: Bemo, Marklin, Tillig, Fleischmann, Roco,... di molte scale diverse: H0, IIm, 1, N, Z, TT,.. Cosa bisogna conoscere prima di iniziare a progettare?
 
Lo spazio disponibile. La base di tutto. Due metri quadrati? Un bancone? Un ripiano? Dei tavoli ad L? Una stanza vuota intera? Di quanto spazio potete disporre? Se siete già in possesso di qualche componente (binari, treni,...), è grande a sufficienza lo spazio? Non temete! I software aiutano anche in questo! Una volta stabilita la superficie a nostra disposizione è necessario ricrearla all'interno del software. La raccomandazione è di utilizzare valori precisi e non andare 'ad occhio'. Utilizzando le misure reali potranno essere sfruttati tutti gli spazi, senza pericolo di sconfinamento.
 
 
Qual'è il vostro obiettivo? Veder circolare più treni possibili? Il più reale possibile? Una creazione di fantasia? A seconda dei vostri gusti sarà necessario individuare la giusta soluzione. Creare più tracciati possibili oppure lasciare spazio anche allo scenario? A questo momento bisogna anche considerare la raggiungibilità degli elementi. Tutto dovrebbe essere a portata di mano. Una casa, un binario, una pianta. Tutto deve essere raggiungibile in qualsiasi momento. Di solito una distanza di un metro è ancora accettabile. Se volete costruire un plastico lungo con una larghezza di un metro (ad esempio per riprodurre una linea ferroviaria) non ci sono ulteriori accorgimenti, mentre per plastici più 'chiusi' (ad esempio un plastico di 3 metri per 4 senza spazi in mezzo) saranno necessari dei buchi (o botole) che permettono di coprire tutta l'area. Le botole possono essere ricoperte con dello scenario (evitando di riempire lo spazio con materiali pesanti e non fissati) ma non devono intralciare i tracciati dei binari. Un altro buon consiglio è di tenere gli spazi abbastanza larghi in modo da permetterci di muoverci con facilità (senza magari rischiare di rompere pezzi di plastico). 
 
Per quel che riguarderà i tunnel sarà necessario un occhio di riguardo. Ad esempio le curve all'interno non devono essere troppo strette (più sono strette le curve più ci sarà il rischio di deragliamento), anche se questa dovrebbe essere tenuta come regola generale su tutto il plastico. È possibile coprire l'interno del tunnel con speciali fogli simil roccia in modo da renderelo più bello visivamente, ma anche qui è necessario considerare la raggiungibilità degli elementi. In caso di deragliamento dobbiamo poter agire all'interno del tunnel! Una soluzione è quella di lasciare vuoto lo spazio sotto ed attorno i binari, in modo da poter raggiungere il treno da sotto al plastico. Non sempre è possibile: se la base è un tavolo, ad esempio, occorrerà trovare una soluzione alternativa.
 

 

Che materiale utilizzare? Siamo già in possesso di qualcosa? Non abbiamo nulla? Nel primo caso l'ideale è identificare il materiale in nostro possesso e pianificare il resto del tracciato con lo stesso tipo di binari. Se non avete ancora nulla tra le mani la scelta dovrà essere pesata. Più i materiali sono piccoli più 'spazio' avremo a disposizione, più saranno grandi ed avremo meno scelta. Le scale più utilizzate sono la N (1:160) e la H0, H0m, H0e. Se opterete per una di queste troverete moltissimo materiale rotabile e per lo scenario. Un altro suggerimento per chi parte da zero è l'acquisto di uno starter kit: pur essendo relativamente costosi avrete per le mani un treno, dei binari ed il necessario per farlo funzionare.  
 
Un ultima avvertenza prima di iniziare a progettare! Come già detto, se possibile, è consigliato evitare i raggi più stretti per le curve. Nonostante moltissimi treni circolino su questi raggi senza deragliare è possibile che le locomotive siano sotto sforzo: di conseguenza aumenta l'usura. Inoltre i raggi più stretti (i raggi sono solitamente identificati con R1,R2,....; R1 è il raggio più stretto: si consiglia di scegliere R2 o maggiore) possono causare deragliamenti con maggiore facilità.
 
 

Altri suggerimenti in breve:

- Una stazione nascosta alla vista (sotto il plastico) permette di nascondere alcuni treni e dare un maggiore senso di varietà tra i rotabili in circolo.

- Se prevedete eleicoidali o semplici dislivelli è cosnigliato tenere una pendenza del 3% al massimo (3cm di dislivello ogni metro orizzontale), indipendentemente dalla scala. In caso di cremagliere o binari speciali sarà necessario consultare i manuali specifici.

- In curva è meglio lasciare molto spazio ai bordi dei binari: i vagoni più lunghi tendono ad invadere più spazio rispetto ai binari. I portali dei tunnel è consigliato posizionarli in un binario diritto o poco curvo.

- Utilizzate i binari flessibili con cautela! Nonostante siano molto versatili non è sempre facile ottenere il risultato sperato anche nella realtà. Inoltre in molti casi il software di progettazione permette di ridurre la lunghezza del binario virtuale: in questo caso sarà necessario tagliare i binari!

 
 
 

 

 

copyright ATphp